Zdjęcia

Photographer's Note

A Bologna c’erano circa cinquanta ponti: l’antica Felsina (era il suo nome romano) era stata eretta tra i dai due principali corsi d'acqua della zona, il fiume Reno e il fiume Savena. corsi d'acqua di Bologna sono un vero e proprio “tesoro idraulico” ed viaggio nella storia della cittŕ, ancora poco conosciuti dal grande turismo.

Nel corso del tempo sorsero molte dighe (soprattutto dall'anno 1000) e due canali, da cui sono stati poi ramificati altri canali grandi e piccoli, deflussi sotterranei e una fittissima rete di condotti e gallerie.rnrnLo avreste mai detto? Prenotate un hotel a Bologna su Hotels.com per fare un “weekend a caccia dei canali”:.. sarŕ un’esperienza indimenticabile!

Nel Medioevo di Bologna l’acqua era una ricchezza naturale: era la forza trainante del famoso artigianato e delle cartiere, "purghi", mulini, concerie e filature, inoltre i canali fornivano l'approvvigionamento idrico all’intera cittŕ.

Forse un vero e proprio “gioiello idraulico” di Bologna č il serbatoio ottagonale in Via Bagni di Mario, che raccoglieva l'acqua della statua del Nettuno.

Ponte della Caritŕ, il Ponte della Badia, Ponte della Sega, Ponte dei Preti… Bologna doveva essere incredibile prima della cementificazione moderna: la sua lunghissima storia fluviale č degna di una grande capitale!

Alcuni canali famosi da scoprire per le vie di Bologna:


CANALE DI RENO
Realizzato nell’XI secolo, il Canale di Reno passava per l'ultima cerchia di mura che andava poi verso il Canale di Moline, all’uscita della cittŕ. C’erano moltissimi mulini idraulici per la seta e per il riso, la fresatura. Nella zona de “il Moline" si trovavano le famose concerie bolognesi.

CANALE DI APOSA VERSO IL PO
La cittŕ fece costruire il famoso Canale di Aposa, che portava direttamente al Po, importantissima via commerciale e di trasporto. Passa dalla porta delle mura a S.Mamolo, fornendo di acqua gli antichi macellai di carne e pesce, per lavare via i resti della macellazione.
Ancora oggi troverete il suo antico e bellissimo ponte romano.

FUORI DALLE MURA - LE VIE DEL COMMERCIO
In quella che oggi č Via Bovi Campeggi sorgeva Porto Maccagnano, al di fuori delle mura del tempo e nell’antica comunitŕ di Bova (oggi).
Verso la fine del XV secolo venne ampliato e cosě pure nel 1600 dal Vignola,che ci annesse magazzini, taverne, locande, darsene, cantieri navali e moli indispensabili per il grande traffico del sale di Cervia e poi di grano, riso, mais, canapa, cotone, seta, pesce, legname...pelle

CANALE NAVILE
Dal vecchio Canale Navile si raggiungeva facilmente il Po e da lě in breve tempo anche Ferrara e Venezia, dove spesso si viaggiava su tranquille chiatte trainate da cavalli.

CANALE DI SAVENA
Lungo l’attuale via Castiglione all'interno delle mura, compariva il Canale di Savena, dove erano presenti molte fabbriche di lana e tra Rialto e Castellata c'erano corporazioni di conciatori, tintori, e mulini.
Oggi il "tesoro idraulico” di Bologna sta tornando alla luce e finalmente gli verrŕ riconosciuto il suo giusto merito!



ikeharel, pajaran oznaczył to zdjęcie jeko użyteczne

Photo Information
  • Copyright: Laura Reale (laurareale) Silver Note Writer [C: 0 W: 0 N: 11] (16)
  • Genre: Miejsca
  • Medium: Kolorowe
  • Date Taken: 2011-08-07
  • Categories: Natura
  • Na¶wietlenie: 1/21 sekund
  • Wersja zdjęcia: Oryginalna wersja
  • Date Submitted: 2018-04-12 1:27
Viewed: 660
Points: 0
Discussions
  • None
Additional Photos by Laura Reale (laurareale) Silver Note Writer [C: 0 W: 0 N: 11] (16)
View More Pictures
explore TREKEARTH